Mantova

CANTO DI Natale di Charles Dickens

Se potessi fare a modo mio, ogni idiota che se ne va attorno con cotesto "allegro Natale" in bocca, avrebbe a esser bollito nella propria pentola e sotterrato con uno stecco di agrifoglio nel cuore. Sì, proprio!” (Prima strofa)
Basta questo per far nascere lo spettacolo: un ufficio spoglio e freddo, con una finestra sulle strade di Londra che si prepara con al Natale con canti e raccolta fondi per gli indigenti.
Un avido e meschino personaggio che respinge ogni gesto di generosità o amore o amicizia anche in un giorno così speciale.
Ma forse nel suo cuore si accende una scintilla alimentata da... LEGGI TUTTO

Per maggiori informazioni

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare